Home Page » Società Trasparente invia l'articolo ad un amico invia     stampa l'articolo stampa

Società Trasparente

Azienda Municipale Gas S.p.A (anche Retegas Bari) ha iniziato a comporre il quadro della Trasparenza, oggi definito dal complesso degli obblighi di pubblicazione introdotti dal Decreto legislativo n. 33/2013, già dal sorgere delle prime linee interpretative della normativa. Per lungo tempo si è discusso sull'applicabilità della norma alle società partecipate dalle pubbliche amministrazioni in quanto non rientranti espressamente nella fattispecie normativa.

Azienda Municipale Gas Spa, tuttavia, ha iniziato ad introdurre il concetto della "Trasparenza", ritenendo che il principi fissati dal decreto fossero un efficace strumento per promuovere il principio di legalità e prevenire eventuali fenomeni di corruzione. Il Decreto impone, alle pubbliche amministrazioni e alle società da esse partecipate la piena rendicontazione dell'azione amministrativi nei confronti dei cittadini portatori di interessi con modalità omogenee e semplificate.
Il decreto n. 33/2013 è stato riformato ed integrato dal D.LGS n. 97/2016 "Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della legge 6 novembre 2012 n.190 e del decreto legislativo 14 marzo 2013, n.33, ai sensi dell'art. 7 della legge 7 agosto 2015 n.124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche", che ha reso ancora più incisivo l'obbligo di attuare la trasparenza, quale forma preventiva di corruzione nell'ambito delle società controllate dalla p.a.

Il Comune di Bari svolge un'attività di monitoraggio sulla propria partecipata ed Azienda Municipale gas opera in costante sinergia con l'Ente Proprietario – Comune di Bari (www.comune.bari.it).

Il processo di adeguamento del Portale istituzionale di Retegas Bari, alla disciplina sulla trasparenza è in stato avanzato, pur essendo una tematica in continua evoluzione ed aggiornamento, vista la stringente e costante attività posta in essere dall'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).

Le LINEE GUIDA di recente emanazione di ANAC aventi ad oggetto… ” Nuove Linee Guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazione e dagli enti pubblici economici.….” ( Delibera n. 1134/2017), hanno esposto il nuovo quadro normativo dovuto all’intervento del Dlgs. N° 97/2016 “Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza” e del Dlgs. N° 175/2016 “Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica”. Con riferimento alle misure di prevenzione della corruzione diverse dalla trasparenza, l’art. 41 del Dlgs. 97/2016, aggiungendo il comma 2-bis all’art. 1 della Legge n. 190/2012, prevede che tanto le pubbliche amministrazioni quanto gli “altri soggetti di cui all’articolo 2-bis, comma 2, del Dlgs. N° 33 del 2013” siano destinatari delle indicazioni contenute nel PNA (del quale è la legge stessa a definire la natura di atto di indirizzo), ma secondo un regime differenziato: mentre le prime sono tenute ad adottare un vero e proprio PTPCT, i secondi devono adottare “misure integrative di quelle adottate ai sensi del Dlgs. 8 giugno 2001, n. 231”. Per quanto concerne le modifiche alla disciplina in materia di anticorruzione, l’ANAC rammenta che l’art. 41 del D.LGS 97/2016, aggiungendo il comma 2-bis all’articolo 1 della legge n. 190/2012, ha inserito anche le società in controllo pubblico ( in quanto ricomprese tra gli altri soggetti di cui all’art. 2-bis, comma 2 , del D.lgs n. 33 del 2013) tra i destinatari delle indicazioni contenute nel PNA ma secondo un regime differenziato rispetto alla p.a.: mentre queste ultime sono tenute e redigere un vero e proprio Piano Triennale di prevenzione corruzione (PTPC) , le società citate dovranno dotarsi di ‘Misure integrative di quelle adottate ai sensi del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231. Sul punto viene pertanto confermata l’impostazione già rinvenibile nella Delibera n. 8/2015. Ciò premesso, la Società Azienda Municipale Gas SpA rientrando nell’ambito soggettivo di cui all’art. 2-bis comma 2 del Dlgs. n. 33/2013 è tenuta ad adottare misure integrative di quelle adottate ai sensi del Dlgs. N° 231/2001.

Come noto, Azienda Municipale Gas SpA avendo già adottato il Piano Triennale Prevenzione Corruzione dall’anno 2015 (PTPCT 2016-2018), e ciò a seguito di adeguamento alle LINEE GUIDA ANAC, nonché a indicazioni del Comune di Bari, ha operato anche per quest’anno con la stessa modalità, portando il presente PTPCT 2019-2021 in approvazione del Consiglio di Amministrazione.

All’esito dell’audizione del Consiglio di Amministrazione non sono state proposte integrazioni ed il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di trasmettere copia del presente Piano Triennale Prevenzione Corruzione al Socio- Comune di Bari.

Le sezioni di cui si compone la "Società Trasparente" accolgono quindi progressivamente le informazioni da pubblicare, anche con riferimento ai contenuti del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2019/2021.

Si informa infine l'utenza che, al fine di ridurre i rischi di usi indebiti dei dati personali pubblicati online in attuazione degli obblighi di trasparenza amministrativa e secondo quanto stabilito dal Garante per la protezione dei dati personali nelle “Linee guida in materia di trattamento di dati personali, contenuti anche in atti e documenti amministrativi, effettuato per finalità di pubblicità e trasparenza sul web da soggetti pubblici e da altri enti obbligati”, i dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d.lgs. n.36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali medesimi

Responsabile della prevenzione della corruzione e della Trasparenza (Atto di Nomina del 15/07/2015). Durata tre anni

Dott.ssa Annalia Liuzzi annalisa.liuzzi@retegasbari.it

Indirizzo di posta elettronica certifcata cui rivolgere istanze o richieste di informazioni circa istanze e provvedimenti amministrativi:
annalisa.liuzzi@retegasbari.it

Per altre informazioni sull'Accesso civico cliccare qui.


Società Trasparente
Portale dedicato alla libera consultazione da parte dei cittadini delle informazioni che riguardano l`organizzazione e l`attività dell`ente.
Adempimenti ANAC
Pubblicazione dei dati ai sensi dell`art.1 comma 32 Legge n.190/2012